Programmazione Aprile-Maggio

Programmazione aprile/maggio

Al rientro delle vacanze di pasqua i bambini hanno ricevuto la mappa di Arret e Anul per trovare il terzo elemento “IL VENTO DELL’EST”. Pochi giorni dopo i bambini hanno ricevuto l’ultima richiesta d’aiuto : Arret e Anul si trovano davanti a una montagna con la bocca infuocata e devono attraversarla per poter tornare al loro villaggio.

Laboratorio grandi della “Letto-scrittura”

Fase I – Il nome:

Svolgimento: ai bambini viene consegnato un foglio grande nel quale dovranno scrivere il loro nome con le dita utilizzando gli acquarelli. Ogni lettera del proprio nome scritta grande scegliendo un qualsiasi colore.

Successivamente, vengono consegnati a ciascun bambino un nuovo foglio di forma rettangolare con all’interno dei quadrati nei quali, i bambini dovranno scrivere per ogni quadrato una lettera del proprio nome fino a completare il nome completo. Una volta eseguito tutti questa consegna, i bambini ritaglieranno ogni quadrato con all’interno le lettere del proprio nome. Per poi, su un altro foglio, incolleranno ricomponendo il proprio nome in forma verticale e per ogni lettera del proprio nome dovranno collegare un oggetto disegnandolo in parte a ciascuna lettera del proprio nome come un ACROSTICO.

Fase II – Le rime e le sillabe:

Il primo gioco proposto ai bambini in questa seconda fase del laboratorio della letto- scrittura consiste nel scegliere una qualsiasi lettera dell’alfabeto (non consonanti) e dire piu cose possibili che iniziano con quella lettera. Importante far sentire ai bambini il suono che produce la lettera.

Si inizia un nuovo gioco chiamata “Il gioco del treno” , il gioco consiste nel pensare e collegare nella

parola data ( ad esempio “mela”), un’altra parola che inizia con la sillaba finale della parola precedente ( ad esempio “lana”) formando un treno di parole.

Un altro esercizio proposto ai bambini è l’importanza della sillabazione facendo notare con il battito della mano la divisione di una parola. Si fa ripetere ai bambini le parole usando il battito delle mani Importante come input per la scrittura in quanto consente il definire il ritmo e la metrica delle parole,

Una volta fatti questi esercizi si prosegue con le sillabe ma attraverso il corpo; le maestre creano per terra con del nastro adesivo una griglia con 4 quadranti e i bambini invece di utilizzare il battito delle mani, per ogni sillaba salteranno ogni quadrante per capire quante sillabe si ha in una parola e ragionando su quanti salti hanno fatto in base alla parola utilizzata.

Fase III – Le vocali:

I bambini conoscono le vocali attraverso diverse attività. Come primo gioco proposto i bambini formano le vocali attraverso il loro corpo con la finalità di integrare l’asse linguistico con quello motorio, utilizzando posizioni per riprodurre le immagini relativi alle vocali. Si propone di non farlo solo con il corpo ma anche con le corde.

Successivamente, ai bambini viene proposto una filastrocca da imparare sulle vocali imitando i movimenti presentata su una scheda che sarà consegnata a ciascuno che poi colorano con le matite.

Dopodichè si consegnerà a ciascun bambino una scheda di verifica sulle vocali.

 

Attività mezzani e piccoli:

Per i bambini mezzani e piccoli sono state riservate attività più semplificate ma di rinforzo per la concentrazione per sviluppare l’attenzione. Si separano i bambini a coppie distribuiti su tutta la sezione in modo da poter essere concentrati uno sull’altro sui giochi proposti, soprattutto giochi da tavola come il memory, ottimo per allenare la vista, stimolare la memoria e la concentrazione; il domino, per l’attenzione; la tombola e il gioco dell’oca per coinvolgere l’intera sezione con premi e penitenze soprattutto per l’importanza delle regole, si imparano i numeri attraverso il lancio del dado e contando le caselle da avanzare o indietreggiare.

Attività di sezione:

Si rinforza il laboratorio della letto-scrittura in sezione attraverso alcune attività

I bambini della Scuola Santa Giulia dopo aver conosciuto le vocali e le parole portano alla tenda il messaggio per Arret e Anul con la filastrocca delle vocali colorata da loro.

Pochi giorni dopo è arrivato un nuovo ed ultimo messaggio di Arret e Anul con all’interno una lettera

e una mappa ringraziandoli per tutti gli aiuti offerti in questo anno e come ricompensa, i bambini, seguendo le istruzioni della mappa hanno trovato il quarto ed ultimo simbolo: “La pietra vulcanica del nord”.

Finalmente Arret e Anul sono tornati al loro villaggio e hanno c-onsegnato alla donna delle medicine i 4 elementi che i bambini della scuola Santa Giulia hanno aiutato a trovare!!!

Il mese di maggio si conclude con la 6^ Uda di IRC dedicata alla vergine Maria, chi è la mamma di

Gesù, osserviamo il volto della vergine Maria e lo rappresentiamo. L’importanza del si di Maria, quali sono le buone azioni?. Analizziamo e ragioniamo sul significato della preghiera dedicata a Maria : “O Ave Maria”

Inoltre nel mese di Maggio per la festa della mamma i bambini hanno realizzato un lavoretto per la propria mamma fatto con cura e tanto amore.

Il 7 maggio i bambini grandi della scuola Santa Giulia si sono recati nella biblioteca del villaggio Prealpino per un progetto futuro con la finalità di stimolare la curiosità e l’interesse per il libro, promuovere un atteggiamento positivo nei confronti della lettura anche in bambini che non sanno ancora leggere, far conoscere ed amare la biblioteca e fornire al bambino le competenze necessarie per realizzare un rapporto attivo-creativo e costruttivo con i libri.

Come gita scolastica quest’anno la Scuola Santa Giulia insieme alle maestre hanno scelto un luogo in relazione alla programmazione scolastica 2018/2019, un luogo in cui attraverso i 5 sensi conoscono la natura aiutando le custodi del bosco a sciogliere l’incantesimo di una strega che ha sigillato in uno scrigno un messaggio prezioso di madre natura.

Infine ogni sezione, per la festa di fine anno, ha preparato due canzoni con argomenti inerenti alla programmazione scolastica.